JUDO

Programma Tecnico Judo Kodokan

CENNI STORICI

Il JUDO che tutti pratichiamo dovrebbe essere, per esattezza, chiamato JUDO KODOKAN.

Il JUDO KODOKAN trae le sue origini dal JU JUTSU del "vecchio" GIAPPONE.

Il JU JUTSU contava moltissime Scuole (RYU) ed era un‚ÄôARTE di DIFESA e d‚ÄôATTACCO, quasi sempre senza Armi, contro uno o pi√Ļ avversari armati o no.

JIGORO KANO, creatore del JUDO KODOKAN, nacque il 18 Ottobre 1860 nella Cittadina Giapponese di MIKAGE, prefettura di HYOGO, terzo genito di JIROSAKU MARESHIBA KANO, direttore dell’Arsenale Navale dello Shogun TOKUGAWA.

Essendo un giovane dal fisico debole, ma troppo fiero per farsi sottomettere, soffriva la brutalit√† e l‚Äôarroganza dei compagni pi√Ļ forti di lui: avendo sentito parlare di JU JUTSU decise di praticarlo e di impararlo a fondo. Nel 1877, a TOKYO, si iscrisse alla facolt√† di Scienze Politiche ed Economiche e, contemporaneamente, inizi√≤ la pratica del JU JUTSU nella Scuola "TENJIN SHINYO RYU" del Maestro HACHINOSUKE FUKUDA ed alla morte di questo col Maestro MASAMOTO ISO.

Alla morte di questi, nel 1881, passò alla Scuola "KITO RYU" del Maestro TUMETOSHI IIKUBO: per la cronaca colui il quale gli insegnò i primi rudimenti del JU JUTSU, prima che JIGORO KANO si iscrivesse alle Scuole di TOKYO, fu TEINOSUKE YAGI.

Nel Febbraio 1882 fondò la sua Scuola chiamandola KODOKAN ed ivi cominciò ad insegnare il proprio metodo chiamato JUDO. La prima sede del KODOKAN fu a TOKYO, in una sala attigua al piccolo Tempio Buddista EISHOSI, appartenente alla setta JODO, quartiere di SHIMOYA.

Col passare del tempo il JUDO KODOKAN si impose su quasi tutte le Scuole di JU JUTSU, perch√© pi√Ļ moderno, meno violento, sportivamente pi√Ļ efficace.

Il KODOKAN con diversi trasferimenti di locali, passò dalle iniziali 12 materassine (Tatami), alle 500 ed il JUDO, grazie all’infaticabile lavoro di JIGORO KANO Sensei, uscì dai confini del Giappone per svilupparsi in tutto il Mondo.

JIGORO KANO Sensei ricoprì nel suo paese numerosi incarichi d’alto livello e girò molto, un po’ ovunque nel mondo, per diffondere e consolidare il suo JUDO. Morì il 5 Maggio 1938 sul Piroscafo HIKAWA MARU, che lo riportava in GIAPPONE dal suo ultimo viaggio al CAIRO (EGITTO), dopo una riunione del Comitato Olimpico Internazionale; il Professor KANO fu il primo Giapponese ad avere tale incarico in quel Comitato.

Nel 1964 il JUDO fu presentato ufficialmente alle OLIMPIADI di TOKYO, come Sport Dimostrativo, realizzando così il sogno del suo Fondatore.

Attualmente il KODOKAN ha sede in TOKYO, ove √® stato pi√Ļ volte rinnovato (dal 1958, anno della costruzione del Palazzo sorto in commemorazione del 70¬į anniversario della fondazione della Scuola) : KASSUGA - CHO, 2 -CHOME, KUNKYO - KU.

Il JUDO in Italia fece la sua prima apparizione nel 1908, portato da 2 Sotto Ufficiali della Marina Militare Italiana, che lo avevano imparato in Estremo Oriente : LUIGI MOSCARDELLI e RAFFAELE PIZZOLA : essi fecero un’esibizione senza seguito di fronte al Capo dello Stato, Re VITTORIO EMANUELE III.

Il "Padre" del JUDO Italiano √® per√≤ considerato CARLO OLETTI, anche lui volontario della nostra Marina Militare in Estremo Oriente. Egli inizi√≤ a praticare il JUDO nel 1905 sulla Nave Vesuvio ancorata nel porto di SHANGAI. Cintura Nera 1¬į Dan a TOKYO nel 1908, fu nel 1924, dopo anni di insegnamento in Italia, il promotore della prima Federazione Italiana di JU-JUTSU JUDO. Nel 1928 e nel 1934 i Centri JUDO creati dal Maestro OLETTI furono visitati dallo stesso JIGORO KANO Sensei.

Io, che ho intrapreso il mio cammino nel Mondo delle ARTI MARZIALI con il JUDO nel 1961, ho voluto dedicare a JIGORO KANO Sensei il nome della nostra ASSOCIAZIONE, come molti altri hanno fatto in altre parti del Mondo : Ritengo che ciò sia dovuto ad un Uomo che ha creato e fatto grande il JUDO KODOKAN e che ha contribuito a far conoscere il Suo Metodo ed il Suo Paese nel Mondo.

CLASSI KYU - GRADI DAN - COLORE DELLE CINTURE
Sistema Europeo :
VI
V
IV
III
II
I
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
XI
XII
KYU
KYU
KYU
KYU
KYU
KYU
DAN
DAN
DAN
DAN
DAN
DAN
DAN
DAN
DAN
DAN
DAN
DAN
ROKKYU
GOKYU
YONKYU
SANKYU
NIKYU
IKKYU
SHODAN
NIDAN
SANDAN
YONDAN
GODAN
ROKUDAN
SHICHIDAN
HACHIDAN
KUDAN
JUDAN
JUICHIDAN
JUNIDAN
CINTURA BIANCA
CINTURA GIALLA
CINTURA ARANCIONE
CINTURA VERDE
CINTURA BLU
CINTURA MARRONE
CINTURA NERA
CINTURA NERA
CINTURA NERA
CINTURA NERA
CINTURA NERA
CINTURA NERA O BIANCA E ROSSA
CINTURA NERA O BIANCA E ROSSA
CINTURA NERA O BIANCA E ROSSA
CINTURA NERA O BIANCA E ROSSA
CINTURA NERA O BIANCA E ROSSA
CINTURA NERA O BIANCA E ROSSA
CINTURA NERA O BIANCA E ROSSA
SHIRO OBI
KURO OBI
DAIDAIIRO OBI
MIDORI OBI
AOIRO OBI
KURIIRO OBI
KRO OBI
KRO OBI
KRO OBI
KRO OBI
KRO OBI
KRO OBI
KRO OBI
KRO OBI
KRO OBI
KRO OBI
KRO OBI
KRO OBI
Sistema Giapponese :
VI - V - IV
III - II - I
I - II - III - IV - V
VI - VII - VIII
IX - X - XI
XII
XII
KYU        CINTURA BIANCA
KYU        CINTURA MARRONE
DAN        CINTURA NERA
DAN        CINTURA NERA O BIANCA E ROSSA
DAN        CINTURA NERA O ROSSA
DAN        CINTURA BIANCA (DOPPIA)
DAN        SHIHAN = DOTTORE
ESEMPIO DI SVOLGIMENTO DI UNA LEZIONE DI JUDO
Il JUDOKA indossato correttamente il JUDOJI e la OBI (i Maschi a torso nudo, le Femmine con una maglietta), si reca verso il TATAMI con gli ZOORI ai piedi. Lasciati gli ZOORI in ordine al bordo del TATAMI, esegue RITZU REI al DOJO e si dispone per lo ZA REI con gli altri JUDOKA ed il SENSEI. La lezione inizia col TAISO (circa 15 minuti) quindi si eseguono le UKEMI che devono essere curate sempre molto bene. Successivamente si passa all'UCHIKOMI ed al RANDORI, occorre ricordare sempre che RANDORI, inteso come ripetizione delle Tecniche in movimento, UCHIKOMI e KATA sono le basi essenziali del JUDO KODOKAN ed ad ognuna di queste va dedicato il giusto tempo. Al termine dell'allenamento si possono eseguire degli SHIAI fra pari grado o fra due squadre (bianchi e rossi), per avere anche l'opportunità di ripassare i Regolamenti Arbitrali.

E' bene dividere, durante le lezioni, le Cinture Bianche da quelle Colorate e gli Agonisti dagli Amatori, onde poter procedere a livelli di lavoro idonei alle varie realtà del DOJO. Ogni lezione termina con lo ZAREI, come all'inizio, ed il RITZUREI al DOJO, prima di abbandonare il TATAMI.

Alcune regole fondamentali :

  • ) Il JUDO si pratica in silenzio e per comunicare eventualmente col compagno occorre assumere un tono di voce il pi√Ļ basso possibile onde non recare disturbo a chicchessia
  • ) Per uscire anzitempo dal TATAMI occorre il permesso del SENSEI ed occorre rientrarvi nel pi√Ļ breve tempo possibile, salvo casi di forza maggiore
  • ) La pulizia e l'igiene personali sono fondamentali, come pure la cura delle unghie delle mani e dei piedi, che devono essere sempre corte
  • ) Nessun oggetto estraneo pu√≤ essere indossato, per le femmine √® consentito un laccio od un elastico per fermare i capelli lunghi
  • ) All'inizio ed al termine della pratica la coppia di JUDOKA si scambia RITZUREI
  • ) L'educazione e le buone maniere sono requisiti fondamentali per se stessi e per gli altri
  • LE BASI DEL JUDO KODOKAN
    I SHIZENTAI
    SHIZEN HONTAI
    MIGI SHIZENTAI
    HIDARI SHIZENTAI
    JIGO HONTAI
    MIGI JIGOTAI
    HIDARI JIGOTAI
    POSIZIONI FONDAMENTALI
    POSIZIONE NATURALE FONDAMENTALE
    POSIZIONE NATURALE DESTRA
    POSIZIONE NATURALE SINISTRA
    POSIZIONE DIFENSIVA FONDAMENTALE
    POSIZIONE DIFENSIVA DESTRA
    POSIZIONE DIFENSIVA SINISTRA
    II SHINTAI (ASHI SABAKI) E TAI SABAKI
    TSUGI ASHI
    AYUMI ASHI
    OKURI ASHI
    TAI SABAKI
    SPOSTAMENTI E ROTAZIONI
    PIEDE CHE SEGUE PIEDE
    CAMMINATA ORDINARIA
    CAMMINATA LATERALE
    ROTAZIONE DEL CORPO
    III KUMI KATA
    Le prese pi√Ļ comuni sono :
    COLLO
    BAVERO
    BAVERO
    MANICA
    CINTURA
    PRESE

    MANICA
    MANICA
    BAVERO
    MANICA
    MANICA

    IIV KUZUSHI
    AVANTI
    DIETRO
    DESTRO
    SINISTRO
    SQUILIBRI
    AVANTI DESTRO
    AVANTI SINISTRO
    DIETRO DESTRO
    DIETRO SINISTRO
    V TSUKURI E KAKE : PREPARAZIONE ED ATTACCO
    TSUKURI : ROMPERE LA POSIZIONE O L'EQUILIBRIO DELL'AVVERSARIO MENTRE SI PREPARA L'ATTACCO

    KAKE: APPLICARE LA TECNICA VOLUTA QUANDO LA POSIZIONE DELL'AVVERSARIO E' TURBATA DA TSUKURI

    VI UKEMI
    USHIRO UKEMI
    MIGI USHIRO UKEMI
    HIDARI USHIRO UKEMI
    MIGI YOKO UKEMI
    HIDARI YOKO UKEMI
    MAE UKEMI
    MIGI MAE UKEMI

    HIDARI MAE UKEMI

    MIGI ZEMPO KAITEN UKEMI

    HIDARI ZEMPO KAITEN UKEMI

    CADUTE
    CADUTA INDIETRO
    CADUTA INDIETRO DESTRA
    CADUTA INDIETRO SINISTRA
    CADUTA LATERALE DESTRA
    CADUTA LATERALE SINISTRA
    CADUTA IN AVANTI
    CADUTA ROTOLATA IN AVANTI DESTRA BLOCCATA
    CADUTA ROTOLATA IN AVANTI SINISTRA BLOCCATA
    CADUTA ROTOLATA IN AVANTI DESTRA RIALZATA
    CADUTA ROTOLATA IN AVANTI SINISTRA RIALZATA
    VII CLASSIFICAZIONE DELLE TECNICHE
    A) NAGE WAZA

  • TACHI WAZA
  • SUTEMI WAZA
    Le TACHI WAZA si dividono in 3 gruppi :
  • TE WAZA
  • KOSHI WAZA
  • ASHI WAZA
  • TECNICHE DELLE PROIEZIONI
    TECNICHE DELLE PROIEZIONI IN PIEDI
    TECNICHE DELLE PROIEZIONI IN SACRIFICIO

    TECNICHE DI BRACCIO, SPALLA, MANO
    TECNICHE DI ANCA
    TECNICHE DI PIEDE, GAMBA

    Le SUTEMI WAZA si dividono in 2 gruppi :
  • MASUTEMI WAZA ¬†¬†¬†¬†TECNICHE DI PROIEZIONE IN CADUTA SUL DORSO
  • YOKOSUTEMI WAZA ¬†¬†¬†¬†TECNICHE DI PROIEZIONE IN CADUTA SUL FIANCOB) KATAME WAZA ¬†¬†¬†¬†TECNICHE DEL COMBATTIMENTO AL SUOLO
  • OSAE WAZA ¬†¬†¬†¬†TECNICHE DELLE IMMOBILIZZAZIONI
  • KANSETSU WAZA ¬†¬†¬†¬†TECNICHE DELLE LEVE ARTICOLARI
  • SHIME WAZA ¬†¬†¬†¬†TECNICHE DEGLI STRANGOLAMENTI
    Attenzione : KANSETSU e SHIME WAZA possono essere eseguite anche in piedi.

    C) ATE WAZA     TECNICHE DI ATTACCO AI PUNTI VITALI DEL CORPO

  • UDE ATE ¬†¬†¬†¬†TECNICHE DI ATTACCO CON MANI E BRACCIA
  • ASHI ATE ¬†¬†¬†¬†TECNICHE DI ATTACCO CON PIEDI E GAMBELe UDE ATE si dividono in 4 gruppi :
  • YUBI SAKI ATE ¬†¬†¬†¬†L'ESTREMIT√Ä DELLE DITA
  • KOBUSHI ATE ¬†¬†¬†¬†IL PUGNO
  • TEGATANA ATE ¬†¬†¬†¬†IL TAGLIO DELLA MANO
  • HIJI ATE ¬†¬†¬†¬†IL GOMITOLe ASHI ATE si dividono in 3 gruppi :
  • HIZAGASHIRA ATE ¬†¬†¬†¬†IL GINOCCHIO
  • SEKITO ATE ¬†¬†¬†¬†LA PIANTA DEL PIEDE
  • KAKATO ATE ¬†¬†¬†¬†IL TALLONE
  • LE TECNICHE DEL JUDO KODOKAN

    I GOKYO DEL KODOKAN: CINQUE GRUPPI D'ISTRUZIONE DEL KODOKAN

    Il GOKYO del KODOKAN comprende 40 Tecniche di Proiezione divise in 5 Gruppi di 8 Tecniche cadauno. Il GOKYO √® considerato "TORA NO MAKI", cio√® la chiave per lo studio di tutte le Tecniche di Proiezione. Le 40 Tecniche del GOKYO sono le pi√Ļ efficaci e rappresentative fra tutte le Tecniche esistenti. Lo studio delle Tecniche va effettuato a destra ed a sinistra.

    PRIMO GRUPPO D'ISTRUZIONE

  • DE ASHI BARAI -- SPAZZARE IL PIEDE CHE AVANZA -- ASHI WAZA
  • HIZA GURUMA -- RUOTA SUL GINOCCHIO -- ASHI WAZA
  • SASAE TSURIKOMI ASHI -- BLOCCARE IL PIEDE TIRARE E SOLLEVARE -- A.W.
  • UKI GOSHI -- COLPO D'ANCA FLUTTUANTE -- KOSHI WAZA
  • O SOTO GARI -- GRANDE FALCIATA ESTERNA -- ASHI WAZA
  • O GOSHI -- GRAN COLPO D'ANCA -- KOSHI WAZA
  • O UCHI GARI -- GRANDE FALCIATA INTERNA -- ASHI WAZA
  • SEOI NAGE -- PROIEZIONE SOPRA LA SPALLA -- TE WAZASECONDO GRUPPO D'ISTRUZIONE
  • KO SOTO GARI -- PICCOLA FALCIATA ESTERNA -- ASHI WAZA
  • KO UCHI GARI -- PICCOLA FALCIATA INTERNA -- ASHI WAZA
  • KOSHI GURUMA -- RUOTA SULLE ANCHE -- KOSHI WAZA
  • TSURI KOMI GOSHI -- COLPO D'ANCA TIRANDO E SOLLEVANDO -- K.W.
  • OKURI ASHI BARAI -- SPAZZARE ENTRAMBI I PIEDI -- ASHI WAZA
  • TAI OTOSHI -- CADUTA DEL CORPO -- TE WAZA
  • HARAI GOSHI -- SPAZZARE CON L'ANCA -- KOSHI WAZA
  • UCHI MATA -- SPAZZARE CON L'INTERNO DELLA COSCIA -- A.W.TERZO GRUPPO D'ISTRUZIONE
  • KO SOTO GAKE -- PICCOLO AGGANCIAMENTO ESTERNO -- A.W.
  • TSURI GOSHI -- COLPO D'ANCA SOLLEVANDO -- KOSHI WAZA
  • YOKO OTOSHI -- CADUTA LATERALE -- Y.S.W.
  • ASHI GURUMA -- RUOTA SULLA GAMBA -- ASHI WAZA
  • HANE GOSHI -- COLPO D'ANCA SALTATO -- KOSHI WAZA
  • HARAI TSURIKOMI ASHI -- SPAZZARE IL PIEDE TIRARE E SOLLEVARE -- A.W.
  • TOMOE NAGE -- PROIEZIONE A CERCHIO -- M.S.W.
  • KATA GURUMA -- RUOTA SULLE SPALLE -- TE WAZAQUARTO GRUPPO D'ISTRUZIONE
  • SUMI GAESHI -- ROVESCIAMENTO NELL'ANGOLO -- M.S.W.
  • TANI OTOSHI -- CADUTA NELLA VALLE -- Y.S.W.
  • HANE MAKIKOMI -- SALTARE ARROTOLANDOSI -- T.K.W.
  • SUKUI NAGE -- LANCIO A CUCCHIAIO -- TE WAZA
  • UTSURI GOSHI -- COLPO D'ANCA IN CONTRATTACCO -- KOSHI WAZA
  • O GURUMA -- GRANDE RUOTA -- ASHI WAZA
  • SOTO MAKIKOMI -- ARROTOLAMENTO ESTERNO -- TE WAZA
  • UKI OTOSHI -- CADUTA FLUTTUANTE -- TE WAZAQUINTO GRUPPO D'ISTRUZIONE
  • O SOTO GURUMA -- GRANDE RUOTA ESTERNA -- ASHI WAZA
  • UKI WAZA -- CADUTA FLUTTUANTE -- Y.S.W.
  • YOKO WAKARE -- SEPARAZIONE SUL FIANCO -- Y.S.W.
  • YOKO GURUMA -- RUOTA SUL FIANCO -- Y.S.W.
  • USHIRO GOSHI -- COLPO D'ANCA ALL'INDIETRO -- KOSHI WAZA
  • URA NAGE -- LANCIO A ROVESCIO -- M.S.W.
  • SUMI OTOSHI -- CADUTA NELL'ANGOLO -- TE WAZA
  • YOKO GAKE -- AGGANCIAMENTO LATERALE -- Y.S.W.II KATAME WAZA : TECNICHE DEL COMBATTIMENTO AL SUOLO
  • OSAE WAZA : TECNICHE DELLE IMMOBILIZZAZIONI
  • KESA GATAME : CONTROLLO A FASCIA
  • HON KESA GATAME : CONTROLLO A FASCIA FONDAMENTALE
  • KUZURE KESA GATAME : VARIANTE DEL CONTROLLO A FASCIA
  • USHIRO KESA GATAME : CONTROLLO A FASCIA DA DIETRO
  • MAKURA KESA GATAME : CONTROLLO A FASCIA CON CUSCINO
  • KATA GATAME : CONTROLLO CON LA SPALLA
  • KUZURE KATA GATAME : VARIANTE DEL CONTROLLO CON LA SPALLA
  • KAMI SHIO GATAME : CONTROLLO DI 4 PUNTI DA SOPRA
  • KUZURE KAMI SHIO GATAME : VARIANTE DEL CONTROLLO DI 4 PUNTI DA SOPRA
  • YOKO SHIO GATAME : CONTROLLO DI 4 PUNTI LATERALE
  • KUZURE YOKO SHIO GATAME : VARIANTE DEL CONTROLLO DI 4 PUNTI LATERALE
  • TATE SHIO GATAME : CONTROLLO DI 4 PUNTI LONGITUDINALE
  • KUZURE TATE SHIO GATAME : VARIANTE DEL CONTROLLO DI 4 PUNTI LONGITUDINALEKANSETSU WAZA : TECNICHE DELLE LEVE ARTICOLARI UDE GARAMI : BRACCIO ARROTOLATO
  • UDE HISHIGI JUJI GATAME : CONTROLLO INCROCIATO CON LEVA AL BRACCIO
  • UDE HISHIGI UDE GATAME : CONTROLLARE CON LE BRACCIA LA LEVA AL BRACCIO
  • UDE HISHIGI HIZA GATAME : CONTROLLARE COL GINOCCHIO LA LEVA AL BRACCIOSHIME WAZA : TECNICHE DEGLI STRANGOLAMENTI KATA JUJI JIME : STRANGOLAMENTO INCROCIATO CON 1 BRACCIO
  • GYAKU JUJI JIME : STRANGOLAMENTO INCROCIATO CON PRESA INVERSA
  • NAMI JUJI JIME : STRANGOLAMENTO INCROCIATO CON PRESA NORMALE
  • HADAKA JIME : STRANGOLAMENTO A MANI NUDE
  • OKURI ERI JIME : STRANGOLAMENTO AD ENTRAMBI I BAVERI
  • KATA HA JIME : STRANGOLAMENTO CON BRACCIO AD ALAAttenzione : KANSETSU e SHIME WAZA possono essere eseguite anche in posizione erettaIII RENRAKU WAZA : ATTACCHI SUCCESSIVI

    Per eseguire correttamente una Tecnica di proiezione occorre combinare nel modo migliore KUMI KATA, KUZUSHI, TSUKURI, KAKE, NAGE. Può succedere però che variando in continuazione la posizione dei corpi dei JUDOKA durante il combattimento, sia impossibile eseguire sempre la Tecnica voluta. Occorre pertanto esercitarsi a fondo ad eseguire istintivamente tecniche diverse in successione a seconda delle necessità del momento. Si intendono Tecniche di successione sia che si passi da Tecnica di Proiezione ad altra Tecnica di Proiezione; da Tecnica di Proiezione a Tecnica di Immobilizzazione o Lussazione o Strangolamento; da Tecnica di Immobilizzazione a Tecnica di Lussazione o Strangolamento e viceversa. Esempi di RENRAKU WAZA :

    A) NAGE WAZA - NAGE WAZA

  • O SOTO GARI - O SOTO GURUMA O SOTO GARI - HARAI GOSHI
  • UKI GOSHI - HANE GOSHI UKI GOSHI - HARAI GOSHI
  • O UCHI GARI - TAI OTOSHI UCHI MATA - O UCHI GARI
  • UCHI MATA - KO UCHI GARI HANE GOSHI - O UCHI GARI
  • KO SOTO GARI - TANI OTOSHI KO UCHI GARI - O UCHI GARI
  • O UCHI GARI - KO UCHI GARI SEOI NAGE - SEOI OTOSHI
  • TAI OTOSHI - O UCHI GARI HARAI GOSHI - O SOTO GARI
  • HANE GOSHI - HANE MAKIKOMI UKI GOSHI - SOTO MAKIKOMI
  • O SOTO GARI - O SOTO OTOSHI HARAI GOSHI - HARAI MAKIKOMI
  • DE ASHI BARAI - YOKO GAKE DE ASHI BARAI - YOKO GURUMA
  • MIGI HIZA GURUMA - HIDARI HIZA GURUMA
  • MIGI HIZA GURUMA - HIDARI DE ASHI BARAI
  • KO UCHI GARI - KO UCHI MAKIKOMI
  • TSURI KOMI GOSHI - SODE TSURI KOMI GOSHI
  • MIGI HIZA GURUMA - MIGI HIZA GURUMA
  • MIGI HARAI TSURIKOMI ASHI - HIDARI HARAI TSURIKOMI ASHI.............................e moltissime altre in base anche alla fantasia ed alla esperienza del JUDOKA!B) NAGE WAZA - KATAME WAZA
  • O SOTO GARI - KESA GATAME O GOSHI - HON KESA GATAME
  • HANE GOSHI - YOKO SHIO GATAME
  • HARAI GOSHI - KUZURE KESA GATAME
  • TAI OTOSHI - UDE HISHIGI JUJI GATAME
  • TOMOE NAGE - KUZURE KAMI SHIO GATAME
  • TOMOE NAGE - TATE SHIO GATAME
  • DE ASHI BARAI - UDE HISHIGI HIZA GATAME.............................e moltissime altre in base anche alla fantasia ed alla esperienza del JUDOKA!C) KATAME WAZA - KATAME WAZA
  • HON GESA GATAME - KATA GATAME
  • YOKO SHIO GATAME - UDE GARAMI
  • KUZURE TATE SHIO GATAME - KATA GATAME
  • KUZURE KESA GATAME - UDE GARAMI
  • KATA JUJI JIME - UDE HISHIGI JUJI GATAME
  • KAMI SHIO GATAME - USHIRO KESA GATAME
  • KAMI SHIO GATAME - KUZURE KAMI SHIO GATAME
  • YOKO SHIO GATAME - KUZURE YOKO SHIO GATAME
  • OKURI ERI JIME - KATA HA JIME
  • KUZURE KAMI SHIO GATAME - UDE HISHIGI JUJI GATAME.............................e moltissime altre in base anche alla fantasia ed alla esperienza del JUDOKA!IV KAESHI WAZA: CONTRATTACCHI

    I Contrattacchi o Contro Tecniche si applicano quando è fallito od abbiamo fatto fallire un attacco dell'avversario, in questo caso si esegue immediatamente KAESHI WAZA prima che l'avversario esegua RENRAKU WAZA.

    Esempi di KAESHI WAZA :

    A) NAGE WAZA - NAGE WAZA

  • KO UCHI GARI - TOMOE NAGE KO SOTO GARI - UCHI MATA
  • TOMOE NAGE - O UCHI GARI HIZA GURUMA - O UCHI GARI
  • HANE GOSHI - HIZA GURUMA HANE GOSHI - HANE GOSHI
  • HANE GOSHI - UTSURI GOSHI SEOI NAGE - URA NAGE
  • HARAI GOSHI - USHIRO GOSHI UCHI MATA - TAI OTOSHI
  • KO SOTO GARI - O UCHI GARI KO UCHI GARI - HIZA GURUMA
  • KO SOTO GAKE - UCHI MATA MOROTE GARI - TAWARA GAESHI
  • O GOSHI - USHIRO GOSHI UCHI MATA - SUMI OTOSHI
  • UCHI MATA - KO SOTO GARI MIGI O GOSHI - HIDARI O GOSHI
  • DE ASHI BARAI - ASHI BARAI GAESHI O SOTO GARI - O SOTO GARI GAESHI.......................................e moltissime altre in base all'esperienza ed alla fantasia del JUDOKA!B) NAGE WAZA - KATAME WAZA
  • TOMOE NAGE - KESA GATAME KATA GURUMA - HADAKA JIME
  • KATA GURUMA - TATE SHIO GATAME SEOI NAGE - OKURI ERI JIME
  • UKI WAZA - UDE HISHIGI JUJI GATAME
  • UKI WAZA - UDE HISHIGI HIZA GATAME.......................................e moltissime altre in base all'esperienza ed alla fantasia del JUDOKA!C) KATAME WAZA - KATAME WAZA
  • KESA GATAME - KATA JUJI JIME
  • NAMI JUJI JIME - UDE HISHIGI HIZA GATAME
  • KAMI SHIO GATAME - KAMI SHIO GATAME
  • HON KESA GATAME - YOKO SHIO GATAME.......................................e moltissime altre in base all'esperienza ed alla fantasia del JUDOKA!
  • KATA - FORME

    I KATA sono le tradizioni del JUDO e del JU JUTSU espresse come FORME pure di esecuzione. Nei KATA è racchiusa la Storia del Giappone Antico, quello dei SAMURAI e quello Moderno da JIGORO KANO in poi. La pratica dei KATA è indispensabile per capire l'essenza del JUDO KODOKAN e per poterla tramandare ai Judoka delle generazioni a venire.

  • 1) RANDORI NO KATA FORME DELL'ESERCIZIO LIBERO : NAGE NO KATA FORME DELLE PROIEZIONI KATAME NO KATA FORME DEI CONTROLLI
  • 2) KIME NO KATA FORME DELLA DECISIONE ( SHINKEN SHOBU NO KATA ) ( FORME DEL COMBATTIMENTO REALE )
  • 3) KODOKAN GOSHIN JUTSU L'ARTE DELLA DIFESA DEL KODOKAN
  • 4) JU NO KATA FORME DELLA CEDEVOLEZZA
  • 5) KOSHIKI NO KATA FORME DELLE COSE ANTICHE ( KITORYU NO KATA ) ( FORME DELLA SCUOLA DI KITO )
  • 6) JTSUTSU NO KATA FORME DEI CINQUE
  • 7) SEIRYOKU ZEN'YO KOKUMIN TAII KUNO KATA FORME DELL'EDUCAZIONE FISICA DELLA MASSIMA EFFICIENZA
  • 8) FUJOSHI YO GOSHIN NO KATA FORME DI DIFESA PER DONNE E RAGAZZI
  • 9) IPPAN YO GOSHIN NO KATA FORME DI DIFESA PER UOMININAGE NO KATA FORME DELLE PROIEZIONIFra tutte le Tecniche del JUDO i Maestri del KODOKAN ne hanno scelte 15, che sono state divise in 5 Gruppi di 3 Tecniche cadauno e che vanno eseguite a destra ed a sinistra :
  • I Gruppo
    TE WAZA
    UKI OTOSHI
    SEOI NAGE
    KATA GURUMA
  • II Gruppo
    KOSHI WAZA
    UKI GOSHI
    HARAI GOSHI
    TSURI KOMI GOSHI
  • III Gruppo
    ASHI WAZA
    OKURI ASHI BARAI
    SASAE TSURI KOMI ASHI
    UCHI MATA
  • IV Gruppo
    MA SUTEMI WAZA
    TOMOE NAGE
    URA NAGE
    SUMI GAESHI
  • V Gruppo
    YOKO SUTEMI WAZA
    YOKO GAKE
    YOKO GURUMA
    UKI WAZA

    KATAME NO KATA FORME DEI CONTROLLI

    Fra tutte le Tecniche di Combattimento Corpo a Corpo al Suolo, i Maestri del KODOKAN ne hanno scelte 15, che sono state divise in 3 Gruppi di 5 Tecniche cadauno. Le Tecniche vanno eseguite solo a destra :

  • I Gruppo
    OSAE WAZA
    KESA GATAME
    KATA GATAME
    KAMI SHIO GATAME
    YOKO SHIO GATAME
    KUZURE KAMI SHIO GATAME
  • II Gruppo
    SHIME WAZA
    KATA JUJI JIME
    HADAKA JIME
    OKURI ERI JIME
    KATA HA JIME
    GYAKU JUJI JIME
  • III Gruppo
    KANSETSU WAZA
    UDE GARAMI
    UDE HISHIGI JUJI GATAME
    UDE HISHIGI UDE GATAME
    UDE HISHIGI HIZA GATAME
    ASHI GARAMI ( GAMBA ARROTOLATA )

    KIME NO KATA FORME DELLA DECISIONE

    In questo KATA 8 Tecniche sono eseguite in posizione IDORI (in ginocchio) e 12 Tecniche in posizione TACHIAI (in piedi), UKE è armato di Coltello e Spada :

  • I Gruppo
    RYOTE DORI: PRESA AI POLSI
    TSUKKAKE: COLPIRE DIRETTAMENTE
    SURI AGE: COLPIRE SCIVOLANDO
    YOKO UCHI : COLPIRE LATERALMENTE
    USHIRO DORI: PRENDERE ALLE SPALLE
    TSUKKOMI : COLPIRE TRAFIGGENDO COL COLTELLO
    KIRI KOMI : COLPIRE TAGLIANDO COL COLTELLO
    YOKO TSUKI : COLPIRE DAL FIANCO COL COLTELLO
  • II Gruppo
    RYOTE DORI: PRESA AI POLSI
    SODE DORI : PRESA ALLA MANICA
    TSUKKAKE : COLPIRE DIRETTAMENTE
    TSUKI AGE : COLPIRE DAL BASSO
    SURI AGE : COLPIRE SCIVOLANDO
    YOKO UCHI : COLPIRE SUL FIANCO
    KE AGE : CALCIO BASSO
    USHIRO DORI: PRENDERE ALLE SPALLE
    TSUKKOMI : COLPIRE TRAFIGGENDO COL COLTELLO
    KIRI KOMI : COLPIRE DI TAGLIO COL COLTELLO
    NUKI KAKE : IMPEDIRE DI SGUAINARE LA SPADA
    KIRI OROSHI : TAGLIARE DALL'ALTO CON LA SPADA

    KODOKAN GOSHIN JUTSU L'ARTE DELLA DIFESA DEL KODOKAN
    Questo KATA è composto di 21 Tecniche, 12 senza Armi ( 7 con prese al corpo e 5 con attacchi da lontano) e 9 con le Armi ( 3 col Coltello, 3 col Bastone, 3 con la Pistola ) :

  • I Gruppo
    RYOTE DORI : PRESA AI POLSI
    HIDARI ERI DORI :PRESA AL BAVERO SINISTRO
    MIGI ERI DORI : PRESA AL BAVERO DESTRO
    KATA UDE DORI :PRESA AD UN SOLO BRACCIO
    USHIRO ERI DORI :PRESA AL BAVERO DA DIETRO
    USHIRO JIME : STRANGOLAMENTO DA DIETRO
    KAKAE DORI : CINTURA ALLE SPALLE
  • II Gruppo
    NANAME UCHI : COLPO IN DIAGONALE
    AGO TSUKI : PUGNO AL MENTO
    GANMEN TSUKI : PUGNO AL VISO
    MAE GERI : CALCIO FRONTALE
    YOKO GERI : CALCIO LATERALE
  • III Gruppo
    TSUKKAKE : COLPIRE DI PUNTA COL COLTELLO
    CHOZU ZUKI : COLPIRE DIRETTAMENTE COL COLTELLO
    NANAME ZUKI : COLPIRE IN DIAGONALE COL COLTELLO
  • IV Gruppo
    FURI AGE : PERCUOTERE DALL'ALTO COL BASTONE
    FURI OROSHI : PERCUOTERE ABBATTENDO COL BASTONE
    MOROTE ZUKI : COLPO A DUE MANI COL BASTONE
  • V Gruppo
    SHOMEN ZUKE : CONTATTO FRONTALE CON LA PISTOLA
    KOSHI GAMAE : GUARDIA ALL'ANCA CON LA PISTOLA
    HAIMEN ZUKE : CONTATTO POSTERIORE CON LA PISTOLA

    JU NO KATA FORME DELLA CEDEVOLEZZA

    In questo KATA sono raccolte Tecniche molto morbide che, oltre ad addestrare il corpo alla difesa ed all'attacco, servono per insegnare l'uso efficace della forza. Trattasi di un ottimo esercizio fisico ed anche di una serie di esercizi fondamentali per i praticanti. In totale le Tecniche sono 15, divise in 3 Gruppi di 5 Tecniche cadauno :

  • I Gruppo
    TSUKI DASHI : TRAFIGGERE KATA OSHI : SPINGERE LA SPALLA
    RYOTE DORI : PRESA AI POLSI
    KATA MAWASHI : FAR GIRARE LE SPALLE
    AGO OSHI : SPINGERE IL MENTO
  • II Gruppo
    KIRI OROSHI : TAGLIARE DALL'ALTO
    RYOKATA OSHI : PREMERE ENTRAMBE LE SPALLE
    NANAME UCHI : COLPIRE DIAGONALMENTE
    KATATE DORI : PRENDERE UNA SOLA MANO
    KATATE AGE : SOLLEVARE UNA SOLA MANO
  • III Gruppo
    OBI TORI : PRENDERE LA CINTURA
    MUNE OSHI : SPINGERE IL PETTO
    TSUKI AGE : PUGNO MONTANTE
    UCHI OROSHI : COLPO DALL'ALTO
    RYOGAN TSUKI : PUNGERE GLI OCCHI

    KOSHIKI NO KATA FORME DELLE COSE ANTICHE

    Questo KATA deriva dalla Scuola KITO praticata in giovent√Ļ da JIGORO KANO Sensei. Egli lo volle fra i KATA del KODOKAN per rappresentare, ad alto livello, la differenza fra il JUDO KODOKAN e le altre Scuole di JU JUTSU. Il KATA √® diviso in 2 parti : OMOTE ( diritto ), composto da 14 Tecniche ed URA ( rovescio ), composto da 7 Tecniche.

  • I Gruppo
    TAI : POSIZIONE DI PARTENZA
    YUME NO UCHI : NEL SOGNO
    RYOKUKI : EVITARE L'USO DELLA FORZA
    MIZU GURUMA : RUOTA D'ACQUA
    MIZU NAGARE : CORRENTE D'ACQUA
    HIKI OTOSHI : FAR CADERE TIRANDO
    KODAORE : TRONCO ABBATTUTO
    UCHI KUDAKI : FRACASSARE D'UN COLPO
    TANI OTOSHI : CADUTA NELLA VALLE
    KURUMA DAOSHI : RUOTA LANCIATA
    SHIKORO DORI : ROVESCIAMENTO PER LO SPALLACCIO
    YUDACHI : URAGANO D'ESTATE
    TOKI OTOSHI : IL SALTO DELLA CASCATA
  • II Gruppo
    MI KUDAKI : FRACASSARE IL CORPO
    KURUMA GAESHI : RUOTA ROVESCIATA
    MIZU IRI : TUFFARE NELL'ACQUA
    RYU SETSU : NEVE SUL SALICE
    SAKA OTOSHI : CADUTA A PRECIPIZIO
    YUKI ORE : RAMO ROTTO DALLA NEVE
    IWA NAMI : FRANGENTI SULLA ROCCIA

    ITSUTSU NO KATA FORMA DEI CINQUE

    Questo KATA non possiede i nomi delle Tecniche, ma solo i numeri da 1 a 5, perché JIGORO KANO Sensei si spense prima di dar loro un altro nome. Comunque questo KATA vuole esprimere direttamente il Principio della Massima Efficacia e rappresentare i vari movimenti dell'Universo attraverso le Tecniche del JUDO.

    KAPPO' - METODI DI RIANIMAZIONE

    KAPPO' sono metodi di rianimazione in caso di sincopi da strangolamento. Saranno trattati nei Corsi specifici che comprendono Medicina Generale, Studio del Corpo Umano, Pronto Intervento, Dietetica ecc. ecc.

    I KAPPO' si svilupparono parallelamente al JU JUTSU e vennero adottati da molte Scuole.

    Oggi ci restano 12 Metodi di cui i pi√Ļ utilizzati sono :

  • SASOI KATSU METODO INDUTTIVO
  • ERI KATSU METODO TENENDO IL COLLO
  • SO KATSU METODO AGGREGATIVO
  • KOGAN KATSU METODO PER I TESTICOLI
  • ( INNO KATSU ) ( METODO SULLO SCROTO )REGOLAMENTI DI GARA ED ARBITRAGGIODato il continuo evolversi del JUDO Agonistico, anche l'Arbitraggio e le Regole di Gara si evolvono con esso. Per le competizioni di JUDO ci si atterr√† quindi alle decisioni della FEDERAZIONE INTERNAZIONALE di JUDO ed ai Regolamenti in vigore al momento della Gara. Regolamenti ed Arbitraggi "special " potranno essere adottati in Gare " particolari ", specialmente per quelle riguardanti i Giovani e quelle all'interno delle Palestre. Ogni YUDANSHA, di qualsiasi grado, deve essere a conoscenza dei Regolamenti di Gara e dell'Arbitraggio.
  • PROGRAMMA INTEGRATIVO DI JUDO

    Le Tecniche non comprese nel GO KYO sono moltissime, così pure le loro varianti, qui di seguito sono elencate alcune di esse :

    NAGE WAZA TECNICHE DI PROIEZIONE

  • O SOTO OTOSHI GRANDE CADUTA ESTERNA ASHI WAZA
  • SOTO GAKE AGGANCIAMENTO ESTERNO ASHI WAZA
  • KUBI NAGE PROIEZIONE DI TESTA KOSHI WAZA
  • YAMA ARASHI TEMPESTA DI MONTAGNA KOSHI WAZA
  • OBI GOSHI COLPO D'ANCA CON PRESA IN CINTURA KOSHI WAZA
  • SEOI OTOSHI CADUTA SOPRA LA SPALLA TE WAZA
  • RIO ASHI DORI PRENDERE ENTRAMBE LE GAMBE TE WAZA
  • TAWARA GAESHI SACCO ROVESCIATO ALL'INDIETRO MASUTEMI WAZA
  • YOKO TOMOE CERCHIO LATERALE MASUTEMI WAZA
  • KAMI BASAMI FORBICE ALL'INDIETRO ASHI WAZA
  • HARAI MAKIKOMI FALCIATA D'ANCA ARROTOLATA KOSHI WAZA
  • KO UCHI MAKIKOMI PICCOLA FALCIATA ARROTOLATA ASHI WAZA
  • SODE TSURI KOMI GOSHI COLPO D'ANCA TIRANDO E SOLLEVANDO SINISTRO KOSHI WAZAKATAME WAZA TECNICHE AL SUOLO- OSAE WAZA TECNICHE DELLE IMMOBILIZZAZIONI
  • MUNE GATAME CONTROLLO AL PETTO
  • KASHIRA GATAME CONTROLLO ALLA TESTA
  • URA SHIO GATAME CONTROLLO DI QUATTRO PUNTI ROVESCIO
  • UKI GATAME CONTROLLO FLUTTUANTE
    - KANSETSU WAZA LEVE ARTICOLARI
  • WAKI GATAME ( UDE HISHIGI ) LEVA AL BRACCIO ASCELLARE
  • ARA GATAME ( UDE HISHIGI ) LEVA AL BRACCIO ADDOMINALE
    - SHIME WAZA STRANGOLAMENTI
  • RYOTE JIME STRANGOLAMENTO A DUE MANI
  • KATATE JIME STRANGOLAMENTO CON UNA MANO
  • SODE GURUMA JIME STRANGOLAMENTO CON AVANBRACCI INCROCIATIGONOSEN NO KATA FORME DEI CONTRATTACCHIIn questo KATA si eseguono i 12 Contrattacchi prima in Forma lenta e poi in Forma veloce :
  • O SOTO GARI O SOTO GARI
  • HIZA GURUMA HIZA GURUMA
  • O UCHI GARI DE ASHI BARAI
  • DE ASHI BARAI DE ASHI BARAI
  • KO SOTO GAKE TAI OTOSHI
  • KO UCHI GARI SASAE TSURI KOMI ASHI
  • KUBI NAGE USHIRO GOSHI
  • KOSHI GURUMA UKI GOSHI
  • HANE GOSHI SASAE TSURI KOMI ASHI
  • HARAI GOSHI UTSURI GOSHI
  • UCHI MATA SUKUI NAGE
  • KATA SEOI SUMI GAESHIVARIE
  • 1) Il SENSEI deve curare in modo particolare lo studio delle UKEMI, affinch√® la pratica possa effettuarsi con la massima sicurezza : Personalmente preferisco che un JUDOKA perda un combattimento, anche importante, piuttosto che si procuri dei guai fisici. L'incolumit√† del JUDOKA deve essere curata prima di qualsiasi altra cosa.
  • 2) Il SENSEI √® tenuto ad effettuare il RANDORI con gli Allievi il pi√Ļ possibile, specialmente con i principianti. Ci√≤ serve ad inculcare nei JUDOKA una corretta interpretazione del RANDORI stesso, che non √® un combattimento ma la ricerca continua dell'IPPON.
  • 3) E' sconsigliabile far partecipare a competizioni ( se non a livello amichevole e nel proprio DOJO ) JUDOKA con la Cintura Bianca e Gialla.
  • 4) Per istruire i JUDOKA al combattimento √® consigliabile organizzare periodicamente dei KOHAKU SHIAI ( combattimenti a Squadre fra Bianchi e Rossi ) con elementi dello stesso DOJO.
  • 5) E' sconsigliabile istruire i JUDOKA inferiori ai 13/14 anni alle SHIME ed alle KANSETSU WAZA
  • 6) La libera pratica √® uno dei requisiti fondamentali del JUDO. E' doveroso ospitare sul TATAMI chi lo chieda specificatamente , a qualsiasi Organizzazione o Federazione appartenga, purch√® condivida scopi e metodi del JUDO.
  • 7) I contatti esterni con altri JUDOKA e SENSEI ( Stage, Gare, Conferenze, Dibattiti ) sono positivi per il proprio miglioramento generale.
  • 8) I contatti con praticanti e SENSEI di altre Discipline Marziali sono momenti di arricchimento ed apertura della massima importanza" Il JUDO √® il modo migliore per valorizzare la forza fisica e spirituale del corpo. Attraverso il continuo esercizio fisico degli attacchi e delle difese si otterr√† un perfezionamento del corpo e dello spirito; inoltre l'essenza spirituale del JUDO diverr√† parte integrante di voi stessi. In questo modo sarete capaci di perfezionarvi e di contribuire in un certo modo a migliorare l'umanit√†. Questo √®, in altre parole, ci√≤ che si prefigge l'insegnamento del JUDO. Chiunque intenda seguire questa strada dovr√† innanzi tutto permeare il suo animo di questi insegnamenti". = JIGORO KANO =

    APPENDICE

    Intorno alla metà dell'anno 1983 una Commissione formata dai migliori SENSEI del KODOKAN di TOKYO ha ampliato il GO KYO inserendo 8 nuove Tecniche, eccole divise per tipo di esecuzione :

  • TE WAZA OBI OTOSHI CADUTA CON PRESA IN CINTURA
    SEOI OTOSHI CADUTA SOPRA LA SPALLA
    YAMA ARASHI TEMPESTA DI MONTAGNA
  • ASHI WAZA O SOTO OTOSHI GRANDE CADUTA ESTERNA
  • MA SUTEMI WAZA HIKKOMI GAESHI RESPINTA TIRANDO ALL'INDIETRO
    TAWARA GAESHI SACCO ROVESCIATO ALL'INDIETRO
  • YOKO SUTEMI UCHI MAKIKOMI ARROTOLAMENTO FLUTTUANTE
  • WAZA DAKI WAKARE SEPARAZIONE CON PRESA FRA LE BRACCIAPer capire meglio la situazione del GO KYO occorre sapere che la sua prima stesura fu effettuata dallo stesso JIGORO KANO Sensei nel 1895 e che, allora, comprendeva 42 Tecniche. Successivamente nel 1920, lo stesso SOKE, ne tolse 8 (le stesse che ora sono state nuovamente inserite) e ne aggiunse 6, dando vita al GO KYO citato al punto I ( LE TECNICHE DEL JUDO KODOKAN )."Col JUDO ho iniziato il mio cammino nel Mondo delle ARTI MARZIALI. Ad esse devo moltissimo, ma in cambio moltissimo ho anche dato sotto forma di sudore, dolore, sacrifici, rinunce. Consiglio a tutti, giovani e non, di intraprendere come me questa strada, i risultati che ne otterranno saranno sicuramente parecchi e significativi".

    = MAURO CAPPIO BARAZZONE =

    PROGRAMMA DI ESAMI DI CLASSI (KYU) e GRADI (DAN) DI "JUDO KODOKAN" DELLA NOSTRA ASSOCIAZIONE

  • Da VI KYU ( CINTURA BIANCA ) a V KYU ( CINTURA GIALLA ) : 1 anno Vestizione, Rei, Comportamento nel Dojo, Taiso, Shizentai, Shintai, Tai Sabaki, Kumi Kata, Kuzushi, Ukemi, Randori a terra. DE ASHI BARAI, HIZA GURUMA, SASAE TSURIKOMI ASHI, UKI GOSHI - KESA GATAME, HON KESA GATAME, KUZURE GESA GATAME. A met√† del periodo richiesto ci sar√† un preesame, con lo stesso programma e con l'acquisizione di una CINTURA BIANCA / GIALLA.
  • Da V KYU ( CINTURA GIALLA ) a IV KYU ( CINTURA ARANCIONE ) : 1 anno Programma precedente, Tsukuri e Kake, Randori in piedi. O SOTO GARI, O GOSHI, O UCHI GARI, SEOI NAGE - USHIRO GESA GATAME, MAKURA GESA GATAME. A met√† del periodo richiesto ci sar√† un preesame, con lo stesso programma e con l'acquisizione di una CINTURA GIALLA / ARANCIONE.
  • Da IV KYU ( CINTURA ARANCIONE ) a III KYU ( CINTURA VERDE ) : 1 anno Programma precedente, forme di Randori in piedi ed a terra. KO SOTO GARI, KO UCHI GARI, KOSHI GURUMA, TSURI KOMI GOSHI - KATA GATAME, KUZURE KATA GATAME, KAMI SHIO GATAME, KUZURE KAMI SHIO GATAME. A met√† del periodo richiesto ci sar√† un preesame, con lo stesso programma e con l'acquisizione di una CINTURA ARANCIONE / VERDE.
  • Da III KYU ( CINTURA VERDE ) a II KYU ( CINTURA BLU ) : 1 anno Programma precedente, Renraku Waza. OKURI ASHI BARAI, TAI OTOSHI, HARAI GOSHI, UCHI MATA - YOKO SHIO GATAME, KUZURE YOKO SHIO GATAME. A met√† del periodo richiesto ci sar√† un preesame, con lo stesso programma e con l'acquisizione di una CINTURA VERDE / BLU.
  • Da II KYU ( CINTURA BLU ) a I KYU ( CINTURA MARRONE ) : 1 anno Programma precedente, Kaeshi Waza. KO SOTO GAKE, TSURI GOSHI, YOKO OTOSHI, ASHI GURUMA - TATE SHIO GATAME, KUZURE TATE SHIO GATAME. A met√† del periodo richiesto ci sar√† un preesame, con lo stesso programma e con l'acquisizione di una CINTURA BLU / MARRONE.
  • Da I KYU ( CINTURA MARRONE ) a I DAN ( CINTURA NERA ) : 1 anno Programma precedente, nozioni sul JUDO KODOKAN, Arbitraggio, Shiai. HANE GOSHI, HARAI TSURIKOMI ASHI, TOMOE NAGE, KATA GURUMA - SHIME WAZA, KANSETSU WAZA, KATAME NO KATA.
  • Da I DAN ( CINTURA NERA ) a II DAN ( CINTURA NERA ) : 2 anni Programma precedente, Nozioni sul Corpo Umano e Medicina Sportiva. 4¬į KYO del GO KYO, NAGE NO KATA.
  • Da II DAN ( CINTURA NERA ) a III DAN ( CINTURA NERA ) : 3 anni Programma precedente, Norme e Regolamenti Sportivi. 5¬į KYO del GO KYO, KIME NO KATA.
  • Da III DAN ( CINTURA NERA ) a IV DAN ( CINTURA NERA ) : 4 anni Programma precedente, Storia delle ARTI MARZIALI GIAPPONESI. Appendice, KODOKAN GOSHIN JUTSU.
  • Da IV DAN ( CINTURA NERA ) a V DAN ( CINTURA NERA ) : 5 anni Programma precedente, Relazioni scritte sulle ARTI MARZIALI. Programma Integrativo, JU NO KATA.
  • Da V DAN ( CINTURA NERA ) a VI DAN ( CINTURA BIANCA e ROSSA ) : 6 anni
  • Da VI DAN a VII DAN : 7 anni ( CINTURA BIANCA e ROSSA )
  • Da VII DAN a VIII DAN : 8 anni ( CINTURA BIANCA e ROSSA )
  • Da VIII DAN a IX DAN : 9 anni ( CINTURA ROSSA )
  • Da IX DAN a X DAN : 10 anni ( CINTURA ROSSA )N.B. La CINTURA ROSSA pu√≤ avere un'altezza anche doppia delle altre. I tempi minimi di permanenza nelle varie Classi e Gradi sono stati calcolati prevedendo una frequenza media settimanale di 2 / 3 lezioni ( 3 / 5 ore). Detti tempi saranno allungati per JUDOKA che praticano saltuariamente, mentre potranno essere accorciati per JUDOKA molto pi√Ļ assidui o particolarmente dotati.TITOLI DI MERITO E QUALIFICHE :
  • I KYU ASSISTENTE ISTRUTTORE Et√† minima 16 anni
  • I DAN JUDOKA Et√† minima 14 anni
  • I DAN ASPIRANTE ISTRUTTORE Et√† minima 16 anni
  • II DAN ISTRUTTORE Et√† minima 18 anni
  • III DAN ASPIRANTE MAESTRO Et√† minima 21 anni
  • IV DAN MAESTRO - SENSEI Et√† minima 25 anni
  • V DAN RENSHI
  • VI DAN KYOSHI
  • VII DAN TASSHI
  • VIII DAN HANSHI
  • VIII DAN SHIHAN
  • SOKE CAPOSCUOLA : E' depositario dei Programmi Tecnici della Scuola
  • II SOKE II CAPOSCUOLA : √® nominato dal I SOKE o dall'assemblea delle CINTURE NERE in caso di decesso prematuro del I SOKE e cos√¨ via
  • SEGRETARIA E' Nominata dal SOKE in carica, deve essere una JUDOKA a livello di Istruttrice, √® depositaria dell'Archivio Storico della Scuola.Per l'acquisizione delle Qualifiche di ISTRUTTORE e MAESTRO occorre partecipare a Corsi specifici che prevedono l'approfondimento di : MEDICINA SPORTIVA - DIRITTO SPORTIVO - REGOLAMENTI SPORTIVI - ARBITRAGGIO - METODI DI INSEGNAMENTO ecc. ecc. Non esiste distinzione fra : AGONISTA - INSEGNANTE - ARBITRO - DIRIGENTE DI GARA. A partire dal I DAN ed al compimento del 18esimo anno di et√† il JUDOKA deve completarsi gradualmente onde poter assolvere a tutte le funzioni necessarie alla pratica del JUDO.
  • Leave a Reply